Bando

Premio allo studio "Giacomo Leopardi"

Bando di concorso

ARTICOLO 1

Il Comitato Scientifico di FarmacistaPiù 2019, al fine di promuovere lo sviluppo delle conoscenze e della cultura farmaceutica, indice - nel contesto del congresso dei farmacisti italiani - il concorso Premio allo Studio "Giacomo Leopardi" per la selezione delle migliori tesi di Laurea in Farmacia e CTF, ovvero lavori scientifici a carattere monografico che affrontano, in modo innovativo, tematiche afferenti alle seguenti aree di studio:

  • LA SINERGIA TRA FARMACISTA E MEDICO PER GARANTIRE LA RICOGNIZIONE FARMACOLOGICA, MIGLIORARE L'ADERENZA ALLE TERAPIE E PER IL BUON GOVERNO DELLA CRONICIT└
  • LA TECNOLOGIA AL SERVIZIO DELLA PROFESSIONE FARMACEUTICA
  • L'ANTIBIOTICO RESISTENZA: BEST PRACTICES PER LA PREVENZIONE, LA SORVEGLIANZA E PIANI DI MONITORAGGIO E CONTROLLO

Il presente concorso, a partecipazione gratuita, è dedicato alla memoria del Dott. Giacomo Leopardi, storico Presidente della Fofi e ha quale obiettivo principale quello di dare visibilità ai talenti che svolgono attività di studio e di ricerca sui temi di maggior interesse scientifico che siano di prioritaria attualità per la professione farmaceutica.

ARTICOLO 2

Sono ammessi a partecipare al concorso i laureati in Farmacia o Chimica e Tecnologie Farmaceutiche che abbiano conseguito il titolo presso un'Università italiana nel corso dell'anno 2018, con una votazione non inferiore a 100/110 ovvero che siano autori o co-autori di articoli pubblicati su riviste indicizzate inerenti le aree di studio indicate dal presente bando e che abbiano conseguito la laurea da non oltre 10 anni dalla data di scadenza del bando, con una votazione non inferiore a 100/110.

ARTICOLO 3

La domanda di partecipazione è disponibile sul sito www.farmacistapiu.it nella sezione Premio allo Studio Giacomo Leopardi.

Alla domanda dovranno essere allegati in formato PDF:

1) Curriculum Vitae

2) Copia della tesi in formato digitale in cui siano riportati autore, Università, Facoltà, anno accademico, titolo e relatore oppure copia del lavoro scientifico a carattere monografico pubblicato su una rivista indicizzata

3) Abstract della tesi o del lavoro scientifico monografico che ne evidenzi le motivazioni per cui il candidato ha deciso di sottoporre il lavoro alla commissione

4) Certificato di laurea ovvero autocertificazione

La domanda e la correlata documentazione dovranno essere caricate attraverso l'upload sull'area del sito FarmacistaPiù (www.farmacistapiu.it)

In alternativa, potranno essere inviate via mail alla Segreteria Organizzativa del Premio, all'attenzione della dott.ssa Francesca Leggio c/o Edra S.p.A. via Spadolini 7, 20141 Milano, tel. 02 881.84.417, mail: f.leggio@lswr.it, specificando nell'oggetto della mail "Candidatura Premio allo Studio Giacomo Leopardi 2019 - NOME COGNOME" entro e non oltre il giorno 16 settembre 2019.

ARTICOLO 4

Ai primi tre classificati saranno conferiti, ad insindacabile giudizio della giuria, tre premi in denaro pari a

Ç 3.000,00 (tremila euro) per ciascuna delle tesi o articoli giudicati meritevoli.

ARTICOLO 5

La giuria del premio valuterà gli elaborati pervenuti sulla base dei seguenti criteri:

1. Congruità con le tematiche del premio

2. Rilevanza scientifica del lavoro di ricerca

3. Innovatività dei risultati ottenuti

4. Chiarezza espositiva

ARTICOLO 6

Ai vincitori sarà data comunicazione ufficiale con trasmissione per posta elettronica entro il 30 settembre 2019.

La proclamazione ufficiale dei vincitori con la consegna dei relativi premi si terrà a Milano in occasione della manifestazione FarmacistaPiù (4 - 5 ottobre 2019).
Il premio dovrà esser ritirato personalmente da ciascun vincitore o, in caso di assenza giustificata, da persona delegata. Il mancato ritiro personale del premio, se non dovuto a cause eccezionali, comporta la perdita del premio stesso. Nel caso di mancato ritiro da parte del vincitore oppure qualora la giuria ritenesse di non assegnare tutti i premi, l'importo residuo relativo sarà utilizzato per i premi dell'anno successivo.

I lavori premiati potranno essere utilizzati dalla Fondazione Francesco Cannavò per finalità istituzionali.